• Chiesa di S. Agostino

  • Strada che conduce al santuario di Macereto e sullo sfondo i Monti Sibillini

  • Santuario di Macereto

RSS Feedgoogle-60nerotwitter-60nerofacebook-60nero

ab. 1.229 - alt. m 607 s.l.m. 
sito web istituzionale: www.comune.visso.mc.it

google-maps-250

È un centro di eccezionale interesse ambientale, paesistico e storico-artistico. La valle dove si adagia, circondata dalla corona dei monti massicci, interrotta da gole, prati, boschi, rievoca suggestioni e leggende di tempi oscuri e lontani. 

Il panorama magnifico, la possibilità di escursioni e passeggiate, gli impianti sportivi, i vicini campi da sci, le eccezionali testimonianze d’arte del suo comune, i prodotti gastronomici e la cucina naturale e robusta arricchiscono la località di attrattive turistiche ineguagliabili.

È sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Incerte le notizie sull’origine, almeno fino all’inizio dei rapporti con Roma. Ebbe di certo notevole importanza per la sua posizione sulla strada che univa Camerino, Roma e Loreto. 

Da libero Comune, passò allo Stato pontificio fino all’Unità d’Italia.

DA NON PERDERE

L’impianto urbano medievale e gli esempi di architettura civile, la chiesa di S. Agostino con l’importante museo-pinacoteca, l’elegante e maestoso santuario di Macereto.
Da gustare il formaggio pecorino, il pane cotto nel tradizionale forno a legna, il prosciutto di montagna, i salumi, il tartufo nero e lo scorzone, e la trota.

CHE COSA VEDERE

L’origine medievale della città ed il suo sviluppo nei secoli successivi è testimoniata dall’impianto urbanistico, dalle notevoli porte del ‘200 e ‘300 e dagli edifici pubblici e privati che si fronteggiano sulle sue piazze o lungo le sue strette vie. Le case di Visso sono costruite in pietra, talvolta intonacate, con eleganti portali e finestre lapidei, dove frequenti campeggiano motti latini e stemmi di antiche famiglie. Risale al sec. 14° il Palazzo dei Governatori. Del 1482 è invece il Palazzo dei Priori, ora Palazzo comunale, trecentesco all’origine ma ricostruito dopo l’incendio del 1477, con portale gotico e finestre rinascimentali. 

Di notevole interesse la Collegiata di S. Maria, del sec. 12°. Sul fianco un bel portale in pietra dall’accentuata strombatura e nella lunetta l’Annunciazione, affresco attribuito a Paolo da Visso. Nell’interno, affreschi dei secc. 14° e 15°, resti della originale e più ampia decorazione, ed un soffitto ligneo dipinto. 

Notevoli l’acquasantiera appartenente alla chiesa del sec. 12°, un bell’affresco distaccato dello Spagna, e la Madonna Bruna, eccezionale gruppo ligneo del sec. 12° o 13°. La vicina Chiesa di S.Agostino, adibita a Museo-pinacoteca, custodisce molte e pregevoli opere d’arte tra le quali la Madonna di Mevale, tavola del sec. 12°, e un importante gruppo ligneo, la Madonna con il Bambino del sec. 12°-13°. Nel museo si conserva inoltre una raccolta di manoscritti originali di Giacomo Leopardi tra cui “L’infinito”.

NEI DINTORNI

Il Santuario di Macereto è un edificio di eccezionale interesse architettonico; fu costruito sul modello bramantesco da Giovan Battista da Lugano (1528-1538) e, alla sua morte qui avvenuta - si dice per un incidente occorso durante la costruzione -, fu portato a termine entro il 1558 da maestri anch’essi provenienti dalla stessa città. L’interno, a croce greca, racchiude un oratorio del sec. 14° che custodiva la statua della Madonna con il Bambino

Del 1583 è l’adiacente Palazzo delle Guaite che, insieme alla basilica, è racchiuso in un recinto murario con portico interno che serviva come rifugio per i pellegrini e per gli animali.

CURIOSITÀ

Si racconta che il 12 agosto 1359 i muli che trasportavano una statua della Madonna si fermarono nel luogo dove sorge il Santuario e da lì non vollero più proseguire. Interpretando questo avvenimento come manifestazione della volontà divina, la religiosità popolare decise di costruire l’originaria cappella per conservare ed onorare quell’immagine della Madonna.  

Condividi

 

Utilità

Informazioni turistiche

Punto informativo
via Paolo da Visso - T. 0737.9239

Pro Loco Visso
p.zza Capuzi 55/56 - T. 0737.972052

Centro visite Parco Nazionale dei Monti Sibillini
p.zza del Forno - 
T. 0737.95219

Dormire, mangiare e altre info

www.turismo.marche.it
www.prolocovisso.it

Indirizzi utili

Municipio - Polizia municipale
largo G. B. Antinori, 1 - T. 0737.95421 

Carabinieri
via C. Battisti, 8 - T. 0737.972019

Ufficio Postale
via Paolo Da Visso - T. 0737.95529

Trasporti

Contram Mobilità
numero verde 800.037737

Salute

Farmacia
p.zza Capuzzi, 19 - T. 0737.9219

Ambulatorio medico
via G. Rosi, 6 - T. 0737.9488 

Risorse Web

www.sibillini.net
trasporti.provincia.mc.it
www.contrammobilita.it